Home > Blog > Business > Qual è il miglior modo per condividere online il tuo lavoro?

Qual è il miglior modo per condividere online il tuo lavoro?

lead generation

Una delle cose che devi sicuramente fare, come libero professionista, è ottenere il controllo del tuo destino professionale: per arrivare al successo devi trovare clienti, e convincerli a lavorare con te.

Per fortuna, non devi più fare affidamento soltanto su un curriculum per cercare di comunicare agli altri, ai tuoi potenziali clienti, quanto sei talentuoso.

Le tue abilità come libero professionista o artista dovrebbero essere condivise con gli altri attraverso i media ce internet ti da a disposizione. Una presentazione multimediale ha molto più senso che scrivere un riassunto di una pagina che dice: “Mi sono laureato all’università X nel 2010 e ho lavorato come grafico per XYZ per tre anni”. Sì, la tua storia è importante, ma non tanto quanto ciò che sei in grado di produrre con le conoscenze e le abilità acquisite fino ad ora.

Che tu sia un grafico, un fotografo, o qualunque altro tipo di creativo, è importantissimo poter mostrare il tuo lavoro online.

Ma, di tutti quelli a disposizione, quali canali ti possono garantire un ritorno in contatti e occasioni di lavoro? Ti dovrebbe importare solo questo, quando condividi il tuo lavoro online?

I pro e i contro della condivisione del tuo lavoro

Sebbene ci siano centinaia di diverse opportunità sul Web che rendono facile per creativi, grafici e fotografi condividere il proprio lavoro, molte di queste non varranno il tuo tempo. Alcune volte queste opportunità non si rivolgono a un pubblico di tuo interesse, altre volte i vantaggi ottenuti dalla pubblicazione dei media non ripaga della quota di iscrizione, oppure offrono un interfaccia per la pubblicazione dei tuoi progetti complessa e macchinosa.

Se vuoi condividere online i tuoi progetti, il tuo portfolio, e ricavarne qualcosa, questi che ti elenco sono i canali sui quali, più che su altri, dovresti concentrarti:

1. Il tuo sito web

Il tuo lavoro deve essere pubblicato sul tuo sito Web, non è un opzione negoziabile. Tuttavia, è sempre importante dedicare dei tempo a progettarlo: dovresti essere selettivo sia sulla scelta di cosa pubblicare, sia sul come mostrarlo. Il sito Web è costruito secondo le tue esigenze, e si adatta in modo efficace ad ogni tipo di contenuto e media.

Non sarà un portfolio, ne un contenitore di case study, ne una lista di clienti. Un sito Web potrà essere contemporaneamente tutto questo e molto altro.

Una delle parti più importanti e utili che puoi inserire nel tuo sito web, è un blog.
È qui che sfrutti le conoscenze che hai acquisito e le trasformi in riferimenti, consigli, idee per ispirare i tuoi visitatori. Non si tratta soltanto di promuovere il tuo lavoro, ma anche di rendere tangibile la tua conoscienza e la tua esperienza.

PRO

  • Hai il controllo totale dei media che decidi di pubblicare e condividere;
  • I tuoi contenuti non convivono con contenuti di tuoi concorrenti;
  • I contenuti presentati e condivisi in modo professionale forniscono in modo efficace una prova concreta ai potenziali clienti che puoi fare ciò che prometti.

CONTRO

  • Ci vuole tempo per creare case study efficaci e post sul blog;
  • Devi occuparti attivamente dell’ottimizzazione del sito Web per i motori di ricerca e condividere i contenuti se vuoi che le persone li vedano;
  • Poiché la scrittura è una componente importante di un sito Web, ciò che scrivi deve essere scritto molto bene.

2. Social media

Puoi fare molto, per la tua presenza online, sui social media. Tuttavia, non esiste un metodo universale che si applichi con efficacia a tutti i social media.

Ad esempio, LinkedIn è il posto perfetto per condividere contenuti autorevoli e creare connessioni professionali. Ma non è il posto migliore per condividere le foto del tuo lavoro.
Una piattaforma come Instagram è perfetta, invece, per le fotografie dei tuoi lavori, Youtube per i tuoi video o per tutorial.

Il problema in cui si imbattono molti grafici e designer è che confondono l’ambito privato con quello professionale: quanti potenziali clienti desiderano vederti correre sulla spiaggia con i tuoi figli o il tuo cane? Se li hai indirizzati a Instagram come riferimento professionale, la loro aspettativa sarà di trovare i tuoi lavori.

Quindi, quando condividi i tuoi contenuti, il tuo portfolio, sui social media, scegli piattaforme orientate alla grafica (ad esempio Instagram e Pinterest). E assicurati di costruire un canale specificamente dedicato al tuo brand.

PRO

  • I social media sono generalmente gratuiti e facili da usare;
  • Richiede molto meno lavoro per pubblicare esempi del tuo lavoro rispetto ad altri canali.

CONTRO

  • Molte persone usano i social media per creare connessioni, non per ricercare professionisti;
  • Puoi costruire una tua reputazione condividendo contenuti di alta qualità, ma la grande quantità di contenuti di contenuti diversi da più fonti, anche concorrenti, toglieranno attenzione ai tuoi;
  • Non hai controllo sui social media: la piattaforma che utilizzi potrebbe cambiare le proprie politiche, cancellare il tuo account, bloccare le tue connessioni, anche senza preavviso.

3. Behance

Se stai cercando una piattaforma web esterna specificatamente creata per la condivisione del tuo portfolio, Behance è la scelta più adatta.

Non è semplicissimo creare un portfolio efficace su Behance: non è sufficiente una grafica di qualità, se desideri che le persone trovino e apprezzino il tuo lavoro, devi ottimizzare ogni tuo progetto con descrizioni, strumenti utilizzati e tag.

Behance consente ai tuoi lavori di diventare fonti di ispirazione per altri grafici, designer e fotografi. Ma c’è un altro vantaggio nell’utilizzare Behance: i profili personali mostrano i vari progetti a cui hai contribuito, e fornisce alle persone la possibilità di seguire e mettersi in contatto fra loro.

PRO

  • Questa piattaforma ti consente di condividere i progetti personali ed i lavori fatti per i tuoi clienti, consentendoti di mostrare un ampia e completa gamma di contenuti;
  • I tassi di coinvolgimento sono chiari e dettagliati;
  • Hai un portfolio condivisibile online quanto un sito internet, che puoi inviare ai potenziali clienti.

CONTRO

  • Devi fare del lavoro per ottimizzare ogni singolo progetto in modo che le persone lo trovino;
  • I tuoi progetti devono competere con molti altri lavori, per attirare l’attenzione dei visitatori.

Quindi, è una buona idea condividere il tuo lavoro online?

Sì! È fondamentale, oggi, condividere il tuo lavoro online.

Tuttavia, è importante gestire le tue aspettative: i canali che ti ho proposto sopra, anche se perfetti per la condivisione di un portfolio, possono richiedere tanto tempo e impegno per metterti in contatto con un pubblico ampio e interessato. Soprattutto se il tipo di progetti che sviluppi, lo stile delle tue creazioni, si appresta ad entrare in un mercato più ricco.

Devi anche prestare molta attenzione a copyright e riservatezza: condividere il lavoro dei clienti online va bene soltanto se hai il permesso di farlo. La condivisione, invece, di progetti tuoi, meglio se virtuosismi, è rischioso per la possibilità di furto, quindi rendili riconoscibili.

Nonostante tutto questo, la condivisione resta fondamentale per aiutarti a ottenere visibilità e vendere in modo più efficace le tue creazioni.

About Christian ClevaDigital marketer, già dal 1996 alternavo abitudini da studente universitario con attività di grafica digitale e fotografia. In seguito ho arricchito le mie competenze sulla SEO, fino ad avviare C2 Creative Lab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *