Lavorare da remoto, o semplicemente lavorare in un mondo in gran parte online, può presentare molti vantaggi, ma anche difficoltà. In C2 Creative Lab, che si affida quasi esclusivamente a collaborazioni esterne, abbiamo affinato le nostre competenze nell’organizzazione del lavoro online.

Ciascuno di noi ha un metodo di organizzazione del lavoro assolutamente personale. Abbiamo comunque 5 piccoli suggerimenti per chiunque cerchi un po’ più di efficienza, ordine e tempo a disposizione nelle proprie giornate.

Definisci e rispetta, giorno dopo giorno, un tuo orario di lavoro

Dal lavorare da casa deriva grande libertà e grande responsabilità. Ciò significa che puoi lavorare quando vuoi, ovunque tu voglia, per tutto il tempo che desideri, purché tu riesca a rispettare le scadenze dei tuoi progetti.

Gestire il proprio lavoro entro orari predefiniti è un ottimo modo per entrare in un circolo virtuoso (il cervello si abituerà ai tuoi orari e sarà più efficiente).

Non devi lavorare tutti i giorni, dalle 9 alle 9. Ma dovresti definire un programma fisso in cui le ore non variano molto.
Potresti dedicare al lavoro 3 ore il mattino, dalle 9 alle 12, prenderti una lunga pausa per commissioni, palestra, ecc. e poi riprendere il lavoro dalle 15 alle 20. 8 ore al giorno, ma con una pausa di tre ore per le attività che preferisci.

Non esiste un modo giusto o sbagliato per organizzare i propri orari di lavoro, purché questi restino costanti di settimana in settimana.

Qual è il tuo rituale?

Esattamente quanto avere un programma ed orari regolari, dei rituali per cominciare e terminare la tua giornata lavorativa, possono aiutare la tua mente ad entrare in “modalità lavoro”.

Forse hai bisogno di una tazza di caffè accanto a te prima di accendere il tuo PC, o forse hai un cane da portare a passeggio prima di inziare. Qualunque sia il tuo rituale, è importante e dovrebbe diventare un abitudine.

Un rituale può aiutarti anche a “staccare la spina” alla fine della giornata di lavoro: un aperitivo, una passeggiata, o semplicemente chiudere il client di posta elettronica e i software di lavoro.
A volte lavorare in remoto significa essere sempre acceso, sempre a disposizione, è importante separare completamente vita lavorativa e vita privata, anche se si lavora da casa.

Proprio come ti consigliamo di fare con i tuoi orari, altrettanto vale per i tuoi rituali, che devi seguire con regolarità.

Pianifica e limita il tempo dedicato alle e-mail

Ciò ha a che fare con lo “split-tasking”, più comunemente chiamato multi-tasking. Anche se parecchie persone sembrano brave a destreggiarsi tra più attività contemporaneamente, molti studi ci hanno mostrato che le nostre menti non si concentrano realmente su più cose contemporaneamente, ma si spostano molto rapidamente ed alternativamente su ciascuna delle attività che stiamo seguendo.

Che cosa ha a che fare questa lezione neuropsicologia con la posta elettronica? Molto, in realtà!

Se controlli i tuoi account di posta numerose volte al giorno, stai spostando, ognuna di queste volte, l’attenzione da qualsiasi progetto su cui dovresti lavorare. Questo non è efficiente, ne organizzato: ti porterà spesso a lasciar incompiuto qualche lavoro.

Invece, organizzati per dedicare alla posta elettronica 3 o 4 momenti in tutta la giornata e, controlla, rispondi, invia le tue e-mail esclusivamente in queste finestre.
Queste finestre possono essere alla fine di una pausa programmata, o in qualsiasi momento, a condizione che siano organizzati con regolarità.

Organizzare spesso riunioni del gruppo di lavoro

Anche se lavori da remoto, anche se sei disponibile solo online, organizza riunioni con tutto il gruppo di lavoro!

Sebbene le e-mail, i documenti progettuali, ed anche le telefonate siano utili, gli incontri con tutto il team rappresentano la migliore forma di comunicazione. Puoi utilizzare FaceTime, Speek , GoToMeeting per dar spazio alla condivisione delle idee di tutto il gruppo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *