Ogni sito web e-commerce è storia a se, uno dei primi passi per costruire per costruire il tuo nuovo shop online è analizzare il mercato, o la nicchia di mercato di riferimento, ed il posizionamento all’interno di questo.
Ma, indipendentemente da questi dettagli, ci sono 7 pagine essenziali che bisogna assolutamente includere nel nostro sito web.

1. Homepage

Non puoi avere un sito web senza una homepage: quando le persone inseriscono la tua URL deve esserci una pagina da visualizzare. Ma va menzionata in questo elenco perché è, probabilmente, la pagina più importante dell’intero sito Web.

Il suo compito è comunicare chiaramente qual è la tua attività e quali sono i vantaggi che potrebbero trarne. Per fare ciò, una homepage ben progettata dovrebbe includere:

  • Unique Value Proposition: Se attrai un alto numero di visitatori, o se si lavora su un sito e-commerce appena avviato, è molto probabile che i visitatori non conoscano il servizio o il prodotto offerto. È dunque fondamentale far capire immediatamente se ciò che offri è ciò che stanno cercando e perché dovrebbero comprare, convertire o rimanere sul tuo sito e non visitare quello dei tuoi competitor.
    Definire il tuo UVP è un passo importante che ti aiuterà a guidare il modo in cui progetti e organizzi il resto del tuo sito e la tua strategia di marketing .
  • Immagini di alta qualità che comunicano qualcosa sul tuo marchio e sui tuoi prodotti. Le immagini svolgono un ruolo chiave nel modo in cui le persone interagiscono con un sito Web. Riesci a immaginare di fare clic su un sito e-commerce che non è altro che testo? Usa il tuo sito web per mostrare immagini di alta qualità che raccontano ai tuoi visitatori qualcosa sul tuo brand. Fotografie ambientate dei prodotti, immagini dell’azienda o dei tuoi dipendenti al lavoro, o le foto delle persone che apprezzano i tuoi prodotti, sini alcuni esempi veloci.
  • Un menu principale completo, con collegamenti alle pagine o alle categorie principali del tuo sito. Per i siti web e-commerce, il menu è spesso costituito da un elenco, anche con immagini, delle principali categorie di prodotti, dalla pagina “chi siamo”, dalla pagina con i contatti, e forse da un link al blog o da una sezione di risorse.
    Il menu principale dovrebbe effettivamente essere incluso in tutte le pagine del tuo sito web, assicurati, quindi, una volta individuati i collegamenti più importanti da includere, di mantenerlo in una posizione coerente in tutto il sito Web.
  • Prova sociale. Una delle domande più importanti a cui la tua home page può rispondere è perché i tuoi visitatori dovrebbero fidarsi di te. Le tue garanzie non bastano, chiunque può dire cose gradevoli su se stesso. La prova sociale sta nel pubblicare testimonianze, recensioni, collegamenti a case study, o loghi delle aziende più importanti con le quali hai lavorato.
  • Un chiaro invito all’azione (Call To Action). Cosa vuoi che facciano i tuoi visitatori? Usa un linguaggio semplice, e metti in evidenza il tuo CTA con colori appropriati. Il tuo invito all’azione principale per la pagina potrebbe cambiare nel tempo, per promuovere prodotti particolari o offerte stagionali. Potresti fare test A/B per scegliere i messaggi più efficaci. Qualunque sia la tua Call To Action, è importante includerla per coinvolgere i tuoi visitatori.

2. Chi Siamo

Mentre la tua home page farà il lavoro di motivare il visitatore a procedere con l’acquisto, la tua pagina “Chi Siamo” è dove puoi fornire più dettagli. È qui che puoi raccontare la storia del tuo brand: quando l’azienda ha iniziato, perché esiste e cosa rappresenta, ed è un buon posto per umanizzare la tua azienda. Puoi includere immagini e biografie di alcuni dei tuoi dipendenti o collaboratori, per ricordare ai visitatori che ci sono esseri umani dietro l’azienda.

LA pagina “Chi Siamo” riguarda sì, la tua attività, ma puoi comunque condividere con i tuoi clienti i tuoi obiettivi personali, pensieri che potrebbero aumentare la fiducia che hanno in te, e farli sentire connessi con te.

3. Contatti

In caso di domande o problemi su un prodotto, è necessario contattare l’assistenza clienti. Se hai mai avuto l’esperienza di cercare in un sito Web le informazioni di contatto, senza trovarle, sai già quanto ciò sia frustrante.
Non far passare lo stesso ai tuoi clienti!

Per le aziende di e-commerce, mettere informazioni di contatto in ogni pagina è una buona pratica. Ad esempio, potresti includere un numero di telefono nella parte superiore, o una finestra di chat, discreta, ma presente in tutte le pagine.
Ma è anche buona norma avere una pagina che includa i vari modi in cui i clienti possono facilmente mettersi in contatto con te o con il tuo staff.
Telefoni, e-mail, indirizzo dei tuoi negozi (quando possibile), tutto in un unico posto, nella pagina “Contatti”.

Metti la pagina Contatti direttamente nel tuo menu principale in modo che sia facile da trovare e i tuoi clienti possano scegliere il modo in cui preferiscono comunicare con te.

4. Domande frequenti (FAQ)

Una pagina completa di domande frequenti e risposte è essenziale per un paio di motivi principali:

  • Aiuta i tuoi clienti. Quando i clienti hanno una domanda sul tuo negozio o sui tuoi prodotti, offre loro un posto ovvio nel quale cercare la risposta. Trovare ciò che stanno cercando rapidamente e facilmente fornisce un’esperienza positiva e li rende più propensi ad acquistare.
  • Aiuta il tuo team di supporto. Molti team di assistenza clienti sono interpellati per rispondere sempre alle stesse domande. Se le persone riescono a trovare facilmente queste risposte da sole, i tuoi incaricati dell’assistenza clienti avranno più tempo ed energia per concentrarsi su problemi più importanti.
  • Porta vantaggi lato SEO (Search Engine Optimization). Una grande parte della SEO è capire le esigenze dei clienti, le loro necessità.
    Analizzare le domande che la tua azienda riceve, le domande inserite nelle FAQ, può essere un punto di partenza per una strategia basata su contenuti generati come risposte espanse alle domande più interessanti.

Per creare la tua pagina FAQ, raccogli tutte le domande che hai sentito dai tuoi clienti (consulta le tue vecchie e-mail, chiedi ai tuoi team di vendita e assistenza clienti). E consolidare l’abitudine di raccogliere ed inserire, nella pagina FAQ, ogni nuova domanda posta con una certa frequenza dai clienti.

5. Termini di servizio

L’elenco fino ad ora è stato focalizzato su pagine importanti per il marketing e le conversioni. Ma, come azienda di e-commerce, hai anche altre considerazioni pratiche e legali da fare. La pagina “Termini di Servizio” è il documento che disciplina il rapporto contrattuale fra il titolare del servizio fornito dal sito e l’utente, è il documento dove il titolare chiarisce quali sono le condizioni di utilizzo del proprio servizio.

In molti casi si rivelano fondamentali per difendersi in caso di abusi.

6. Informativa sulla privacy

Fermo restando tutte le attività necessarie per la conformità al GDPR, creare un informativa sul trattamento dei dati personali per la tua attività di e-commerce è fondamentale.
Vista la crescente attenzione da parte degli utenti nei confronti della privacy, è importante comunicare dettagli inerenti le tue attività di trattamento dati, in modo trasparente, e sempre aggiornato.

Lavorare con un avvocato per redigere una informativa chiara da inserire sul tuo sito Web è un primo passo, ma non fermarti qui: metti in atto le linee guida all’interno della tua azienda per assicurarti che tutti conoscano la politica e si adeguino.

7. Politica dei resi

Ogni volta che i clienti scelgono di acquistare un articolo online, corrono un rischio. Non possono preventivamente provare abiti o scarpe, non riescono a sentire le fragranze di candele o saponi prima dell’acquisto e, non sempre il prodotto che arriva a casa è come quello visto nelle foto.
Il modo migliore per le aziende di e-commerce di affrontare proattivamente tale rischio è con una buona politica di reso.

Il 49% dei consumatori verifica la politica di restituzione delle merci, in un negozio online, prima di effettuare un acquisto. Se non hai una pagina esaustiva su come tratti questi casi, è possibile che perderai alcune vendite.

È necessaria una politica di restituzione che fornisca informazioni chiare su ciò che i clienti possono aspettarsi dall’esperienza di reso. Un documento che promette un processo di reso il più semplice e indolore possibile per il consumatore può essere un vantaggio competitivo che ti aiuta a guadagnare più vendite.

Per un azienda che commercia online, il sito web è il modo principale di interagire con i tuoi clienti: deve fornire tutte le informazioni di cui hanno bisogno e mostrare loro perché dovrebbero fidarsi di te.
Queste sette pagine faranno molto di questo lavoro per te.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *